Recensione di Kinemaster,l’app di video editing mobile da professionisti

Tutti conoscono programmi di video editing come “Movie Maker” di Windows o “iMovie” di Apple. Ad oggi gli smartphone ed i tablet che abbiamo a disposizione hanno raggiunto un livello di tecnologia tale da permetterci di utilizzarli anche per dei montaggi video. Purtroppo benchè sugli iPhone sia presente l’app mobile di “iMovie”, nel panorama Android non vi è un corrispettivo altrettanto conosciuto. Android Easy Review vi propone oggi “Kinemaster“, un’ app per video editing mobile da professionisti, disponibile esclusivamente sulle piattaforme del robottino verde.

Kinemaster di Nextstreaming Corp. è scaricabile a titolo gratuito dal Playstore di Google, benchè richieda una sottoscrizione a pagamento per attivare tutte le funzionalità. Il pagamento può essere effettuato mensilmente a 3,65 euro o annualmente a 28,46 euro. La sottoscrizione permette l’eliminazione del non troppo invasivo watermark di Kinemaster, e sblocca le funzioni utili ad effettuare le coperture video.

Home di Kinemaster
Home di Kinemaster

L’applicazione permette di montare agevolmente diversi video, di tagliarli con precisione grazie alla pratica barra a scorrimento sottostante (che si può espandere o ridurre con un semplice pinch) e di sottoporvi fino a 3 tracce audio sovrapponibili. Una volta creato il nostro progetto, e caricati i video e le immagini che faranno parte del nostro lavoro completo, potremo scegliere uno tra i tanti preset di temi disponibili. Successivamente saremo chiamati ad inserire delle stringhe di testo che compariranno in sovrimpressione, ed infine una musica di sottofondo.

A questo punto saremo pronti a lavorare sui tagli e sui dettagli. Non mancano davvero tutte le funzioni principali di cui un’ app di video editing non può fare a meno. Possiamo inserire layer diversi, creare dei doppiaggi audio abbassando e mixando le tracce, oltre a poter registrare la nostra voce direttamente sul video in questione. Con le funzioni premium attivate potremo anche sovrapporre più di un video al fine di creare coperture professionali.

Tra le altre possibilità vi sono anche quelle più accessorie, come il poter scrivere a mano sui video, o attaccarvi degli sticker  predefiniti da una galleria in app. Si apprezza anche il poter separare le tracce audio da quelle video, per intervenire su ciascuna singolarmente.  Le transizioni sono di tanti tipi, e possono accontentare anche gli user più sofisticati in tal senso; non manca anche l’opzione atta ad escluderle, garantendo un lavoro più serio.

A lavoro completo potremo esportare il nostro video con una risoluzione fino a 1080p, e di salvarlo nella galleria o di condividerlo sui principali social attraverso l’app stessa.

In quanto ad interfaccia grafia Kinemaster si presenta ben curato e user friendly anche per chi non ha una dimestichezza professionale con programmi di questo tipo, dimostrandosi fruibile sia per scopi più professionali, che per un uso casual. La sottoscrizione dell’abbonamento non è indispensabile; il Watermark rimane confinato all’angolo in alto e non si presenta come troppo invasivo, e le funzioni di copertura servono soltanto se vogliamo avere una funzionalità avanzata in più. Difficilmente si riesce a trovare un rivale a Kinemaster che sia alla sua altezza; le app competitor si limitano solitamente a preset che lasciano poco spazio al lavoro personale, e soprattutto offrono strumenti di taglia ed incolla molto più dozzinali.

PRO

-preciso
-professionale
-User Friendly

CONTRO

-sottoscrizione temporale costosa

 Se vuoi scaricare Kinemaster clikka  qui

Written By Mirco Angelosante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *