Recensione di LG G5

LG decide di effettuare un corposo restyling della propria punta di diamante in fatto di smartphone, creando una frattura rispetto alle scelte di stile adottate con i predecessori di LG G5. Il nuovo top di gamma si presenta più aggressivo, composto principalmente di acciaio verniciato. Il corpo è molto fino e slanciato, con uno spessore di 7.3 mm ( ben 2,5 mm in meno se confrontato con LG G4 ndr.). Purtroppo sulla facciata posteriore sporgono leggermente i moduli della doppia fotocamera, decisione che potrebbe far storcere qualche naso, ma che è un compromesso necessario a permettere allo smartphone di poter offrire tutte le sue peculiarità fotografiche inedite; Infatti questo terminale propone una fotocamera principale da 16 mpx, con apertura F1.8, munita di autofocus laser. L’ottica è veramente luminosa, e permette scatti senza rumore anche in condizioni di luminosità scarsa.

La seconda ottica invece dispone di un grandangolare da 135°, con una risoluzione a 8 MPX. Ovviamente il fatto che sia dotata di una lente di questo tipo ci da la possibilità di scattare immagini molto più ampie dal punto di vista prospettico; Purtroppo l’apertura focale di questa ottica si limita a F2.4, peccando leggermente dove la luce non è eccellente.

Design del nuovo LG G5
Design del nuovo LG G5

La specificità principe di LG G5 risiede nella sua capacità modulare, che si osserva in un componente scorrevole estraibile dallo smartphone, che contiene la batteria. Questa innovazione ci permette di cambiarla istantaneamente con una secondaria quando quella principale sta per scaricarsi. La batteria ha una capacità di 2.800 mha, che riesce a coprire la giornata di utilizzo, a patto di non effettuare un uso smodato del device. LG G5 offre circa 3h e mezza di schermo attivo con un ciclo di carica; tale ciclo ha una durata di circa 80 minuti per una ricarica completa, grazie al nuovo standar di Quick Chrage 2.0.

Oltre a permettere la sostituzione della batteria nella modalità sopra citata, la funzione modulare di LG G5 si presenta ancora come un punto interrogativo, dato che al momento non abbiamo dettagli su quali siano gli altri moduli che entreranno in commercio.

Parlando del display, abbiamo un LCD IPS Quantum con diagonale da 5.3 pollici ed una risoluzione a 2K, capace di dare del filo da torcere anche agli Amoled di Samsung. Probabilmente si tratta del miglior display LCD IPS mai prodotto su uno smartphone. E’ anche apprezzabile il fatto che la luminosità raggiunge gli 800 nits (superiore a quella di molti smartphone concorrenti ndr) che garantisce una visibilità eccellente anche in condizioni di controluce in esterni.

LG G5 dispone anche della funzione Always On, protagonista dei top di gamma di Samsung, che si dimostra però un pò sotto tono, vista la natura non Amoled del display, e che quindi non spegne completamente i  pixel neri, con il conseguente consumo energetico addizionale.

Se parliamo di forza bruta, LG G5 ne ha da vendere; un processore Quad core da 1.8 ghz Qualcom Snapdragon 820 a 64 bit è il cuore pulsante del device, e gli regala performance impeccabili in ogni situazione di stress.  Una GPU Adreno 530 ed una ram da 4 GB spingono il gaming a livelli sensazionali, offrendo il maggior dettaglio possibile sul mercato, ed un numero di FPS che siamo abituati a vedere difficilmente su dispositivi non top di gamma.

Non manca chiaramente il sensore di impronta digitale posto sul retro di LG G5, in una posizione che non porta nessun problema nel raggiungerlo efficacemente.

la doppia fotocamera grandangolare di LG G5
la doppia fotocamera grandangolare di LG G5

Spendiamo ancora qualche parola su quello che è invece il sistema operativo personalizzato da LG;  Al momento dell’entrata in commercio la release di Android disponibile è la 6.0.1, ed LG ha scelto di non ingolfare il device con bloatware inutili. Una peculiarità risiede nella mancanza di un app drawer, che cambia e non di poco la fruizione abituale del dispositivo. Anche se questa decisione probabilmente deluderà gli utenti abituati alla classica interfaccia di LG, nulla vieta di installare il vecchio launcher come un’applicazione esterna.

Il prezzo di Lancio di LG G5 è di 699 euro.

Trovate QUI il link al sito del produttore.

 

Written By Mirco Angelosante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *